Festival e Accademia Dino Ciani

Foto Bandion.it
Il Festival fa convergere nella conca ampezzana alcune delle più brillanti stelle del panorama musicale internazionale.

Corriere delle Alpi

Foto Bandion.it
Questo Festival si rinnova anno dopo anno sotto la direzione artistica di Jeffrey Swann.

Il Giornale della Musica

Uno dei più grandi pianisti degli ultimi decenni, un angelo che si trovava incidentalmente sulla terra e presto tornò nella sua patria celeste.

Paolo Isotta • Corriere della Sera

Foto Giacomo Pompanin
Abbiamo bisogno di voi per portare musica e cultura a Cortina.

Jeffrey Swann

Foto Bandion.it
Musica d’alta quota e proposte artistiche di altissimo livello.

Il Gazzettino

Concerti, incontri, corsi di perfezionamento, per trasmettere anche ai più giovani ciò che Dino Ciani è stato e continua ad essere.

Amadeus

Foto Bandion.it
Preziosa occasione d’incontro e di scambio tra pianisti di fama internazionale e giovani talenti della tastiera.

Il Giornale della Musica

Foto Bandion.it
Un festival… con l’ambizione di diventare… la manifestazione musicale d’alta quota più importante d’Italia.

Corriere della Sera

Resta in me il ricordo di un artista purissimo, di un grande poeta della tastiera.

Riccardo Muti

Un punto di riferimento nella programmazione musicale nazionale e internazionale.

Corriere delle Alpi

Serie di conferenze interattive su Beethoven

Serie di conferenze interattive su Beethoven
16-25 luglio 2020
1 panel introduttivo, 4 conferenze, e 1 sessione di domande e risposte aperte
in inglese
Accesso a tutte le lezioni (online e disponibili fino al 30 agosto): €90 Iscrizione online

La Masterclass di pianoforte di Beethoven quest’estate vedrà Jeffrey Swann in una serie di conferenze che esploreranno non solo Beethoven e la sua musica, ma anche il suo contesto storico, le tecniche e le sfide interpretative. Ogni lezione includerà una sessione interattiva di domande e risposte in cui tutti gli ascoltatori sono incoraggiati a porre domande e ad avviare discussioni animate.
Jeffrey Swann scrive:


     “La musica per pianoforte di Beethoven è al centro del repertorio di ogni pianista. Il piano stesso era lo strumento principale di Beethoven, il più immediato di tutti i mezzi per la sua creatività, il suo laboratorio.
    “Forse più di ogni altra cosa, uno studio sulla completa musica per pianoforte di Beethoven rivela l’incredibile varietà delle sue opere. Discuteremo le Sonate e altre opere per pianoforte, non sotto l’aspetto storico, biografico o musicologico, ma piuttosto da come manifestano la straordinaria qualità multiforme della musica di Beethoven: Beethoven come un grande pianista virtuoso, il suo rapporto con la tradizione, persino con L’opera italiana, il ruolo singolarmente importante dell’umorismo nel suo lavoro, le sue straordinarie innovazioni, la sua esplorazione delle vette e delle profondità delle emozioni, della condizione umana. Più di ogni altra cosa, è l’umanità della musica di Beethoven che la rende così grande e arricchisce così la nostra vita ”.

Oltre a un panel introduttivo con la direttrice amministrativa Caterina Ciani e Jeffrey Swann il Giovedì 16 luglio alle 14:00 US EST e una sessione aperta di domande e risposte il Sabato 25 luglio alle 14:00 US EST, Jeffrey Swann terrà seminari su:

Venerdì, 17 luglio. Sessione LIVE 14:00 US EST
1) Beethoven come pianista virtuoso “Il pianoforte era lo strumento principale di Beethoven e da giovane era considerato tra i più grandi pianisti del mondo. Beethoven ha scritto molte delle sue prime Sonate e Variazioni come veicoli per se stesso … Ci danno, quindi, una visione approfondita del tipo di pianista Beethoven. Allo stesso tempo, non ha mai smesso di sperimentare con il pianoforte … Questi esperimenti portano grandi cambiamenti nella sua e nella nostra stessa concezione del pianoforte.”

Domenica, 19 luglio. Sessione LIVE 14:00 US EST
2) Beethoven e tradizione “Sin dai primi giorni del suo arrivo a Vienna per studiare con Haydn, il 21enne Beethoven si è visto come l’erede di Haydn, Mozart e della grande tradizione classica. Negli anni precedenti aveva una profonda conoscenza diretta delle tradizioni dell’opera italiana del XVIII secolo. La relazione di Beethoven con il passato ha una forte influenza su gran parte della sua musica.”

Martedì, 21 luglio Sessione LIVE 14:00 US EST
3) Beethoven e umorismo “Per nessun altro compositore è stato un elemento così integrale come lo è stato per Beethoven, in effetti per tutta la sua vita creativa. Ciò che è straordinario nell’uso dell’umorismo di Beethoven è la sua varietà: dalle battute furbe all’interno ai riferimenti all’Opera Buffa; dalla delicata parodia alla farsa “slapstick”; dall’amarezza dell’umorismo nero alla serena saggezza di chi ha sofferto e può ancora ridere.

Giovedì, 23 luglio Sessione LIVE 14:00 US EST
4) Beethoven e l’innovazione “Beethoven ha avuto un’influenza universale e pervasiva su una motitudine di generazioni future. Le sue innovazioni – formali, tecniche e soprattutto nell’intento e nell’effetto delle sue opere – rappresentano uno spartiacque nella storia della musica. Nelle sue opere durante la sua carriera, vediamo i frutti dei suoi esperimenti e intuizioni innovative.”

Se non potete partecipare a una sessione dal vivo, non preoccupatevi, avrete accesso fino al 31 agosto.
Non perdetevi questa emozionante serie di conferenze e iscrivetevi ora!

Jeffrey Swann introduces the Lecture Series and discusses Beethoven the composer-pianist.
Jeffrey Swann reflects upon his own lifelong relationship with the music of Beethoven.
Jeffrey Swann examines Beethoven’s influence on all who have after him.