Festival e Accademia Dino Ciani

Foto Bandion.it
Un festival… con l’ambizione di diventare… la manifestazione musicale d’alta quota più importante d’Italia.

Corriere della Sera

Foto Bandion.it
Il Festival fa convergere nella conca ampezzana alcune delle più brillanti stelle del panorama musicale internazionale.

Corriere delle Alpi

Uno dei più grandi pianisti degli ultimi decenni, un angelo che si trovava incidentalmente sulla terra e presto tornò nella sua patria celeste.

Paolo Isotta • Corriere della Sera

Foto Bandion.it
Questo Festival si rinnova anno dopo anno sotto la direzione artistica di Jeffrey Swann.

Il Giornale della Musica

Foto Giacomo Pompanin
Abbiamo bisogno di voi per portare musica e cultura a Cortina.

Jeffrey Swann

Foto Bandion.it
Musica d’alta quota e proposte artistiche di altissimo livello.

Il Gazzettino

Foto Bandion.it
Preziosa occasione d’incontro e di scambio tra pianisti di fama internazionale e giovani talenti della tastiera.

Il Giornale della Musica

Resta in me il ricordo di un artista purissimo, di un grande poeta della tastiera.

Riccardo Muti

Concerti, incontri, corsi di perfezionamento, per trasmettere anche ai più giovani ciò che Dino Ciani è stato e continua ad essere.

Amadeus

Un punto di riferimento nella programmazione musicale nazionale e internazionale.

Corriere delle Alpi

Il Festival

Todde, Felice

Laureato con lode in estetica musicale all’Università “La Sapienza” di Roma, ha svolto studi musicali piuttosto disordinati, per due anni al Conservatorio di Cagliari e poi privatamente a Roma con i maestri Giuseppe Ruisi, Luigi Colacicchi e Gina Rebori e all’Accademia del Mozarteum di Salisburgo.

Ha collaborato mediante contributi musicologici coi teatri lirici di Chicago, Lisbona, Firenze, Napoli, Treviso, Cagliari e Sassari, con gli Amici della Musica di Firenze e Perugia, coll’Istituto Italiano di Cultura di Chicago, la Syracuse University e la Fondazione Pergolesi-Spontini di Jesi.

È stato per cinque anni consulente artistico della SACIS (agente esclusivo della RAI) per la commercializzazione degli audio-video delle opere realizzate dalla Scala e registrate dalla RAI.

È stato visiting scholar alla University of Chicago e docente di storia dell’opera all’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino. Tiene lezioni e seminari nei conservatori e in corsi di perfezionamento.

Da oltre 25 anni è collaboratore della “Nuova Rivista Musicale Italiana”, con numerosi saggi concernenti in prevalenza il rapporto dramma-libretto-partitura nell’opera lirica.

Collabora con l’emittente radiofonica Rete Toscana Classica.