Festival e Accademia Dino Ciani

Concerti, incontri, corsi di perfezionamento, per trasmettere anche ai più giovani ciò che Dino Ciani è stato e continua ad essere.

Amadeus

Foto Bandion.it
Preziosa occasione d’incontro e di scambio tra pianisti di fama internazionale e giovani talenti della tastiera.

Il Giornale della Musica

Resta in me il ricordo di un artista purissimo, di un grande poeta della tastiera.

Riccardo Muti

Un punto di riferimento nella programmazione musicale nazionale e internazionale.

Corriere delle Alpi

Foto Bandion.it
Un festival… con l’ambizione di diventare… la manifestazione musicale d’alta quota più importante d’Italia.

Corriere della Sera

Foto Bandion.it
Il Festival fa convergere nella conca ampezzana alcune delle più brillanti stelle del panorama musicale internazionale.

Corriere delle Alpi

Foto Bandion.it
Musica d’alta quota e proposte artistiche di altissimo livello.

Il Gazzettino

Foto Giacomo Pompanin
Abbiamo bisogno di voi per portare musica e cultura a Cortina.

Jeffrey Swann

Uno dei più grandi pianisti degli ultimi decenni, un angelo che si trovava incidentalmente sulla terra e presto tornò nella sua patria celeste.

Paolo Isotta • Corriere della Sera

Foto Bandion.it
Questo Festival si rinnova anno dopo anno sotto la direzione artistica di Jeffrey Swann.

Il Giornale della Musica

Il Festival

Pusker, Júlia

Nata in Ungheria in una famiglia di musicisti, iniziò gli studi di violino a cinque anni. Due anni più tardi ottenne il primo premio alla János Koncz National Violin Competition di Szombathely. Recentemente ha ricevuto in patria il premio “Zoltán Kodály ed il “Junior Prima Primissima Prize”.

Il suo debutto a dodici anni con Iván Fischer e la Budapest Festival Orchestra riportò grande successo e le valse la scrittura per le stagioni successive.

Nel 2005 fu ammessa alla Sezione Preparatoria della Franz Liszt Academy of Musich for Children of Exceptional Talent a Budapest.

A diciassette anni fece la sua prima apparizione con la Franz Liszt Chamber Orchestra e da allora ne è solista ospite principale sotto la direzione di János Rolla.

Nel 2010 il documentario “Invisible Strings – The talented Pusker Sisters” fece il giro del mondo.

Nel 2013 ha inciso per la Royal Academy of Music la versione da camera della Seconda Sinfonia di Bruckner con Trevor Pinnock ed il Royal Academy Soloists Ensemble.

La stagione 2015-2016 la vede impegnata con la Hungarian National Philharmonic Orchestra diretta da Zoltán Kocsis, la Kecskemét Symphony Orchestra, la Franz Liszt Chamber Orchestra, la Pannon Philharmonic Orchestra, la Budapest String Orchestra, così come in concerti da camera all’Aldeburgh Music Festival e al Two Moors Festival in Gran Bretagna e in altri concerti in Italia, Spagna, Germania, Ungheria e Inghilterra.

Attualmente studia per conseguire il Master of Music alla Royal Academy of Music con il Professor György Pauk.

Il suo violino, un G. Gagliano del 1791, le è concesso in uso dalla Royal Academy of Music. Julia è generosamente supportata dal Leverhulme Trust Orchestral Mentorship Programme, the Oetker Scholarship e la Hattori Foundation.