Festival e Accademia Dino Ciani

Foto Bandion.it
Musica d’alta quota e proposte artistiche di altissimo livello.

Il Gazzettino

Resta in me il ricordo di un artista purissimo, di un grande poeta della tastiera.

Riccardo Muti

Un punto di riferimento nella programmazione musicale nazionale e internazionale.

Corriere delle Alpi

Foto Bandion.it
Un festival… con l’ambizione di diventare… la manifestazione musicale d’alta quota più importante d’Italia.

Corriere della Sera

Foto Giacomo Pompanin
Abbiamo bisogno di voi per portare musica e cultura a Cortina.

Jeffrey Swann

Concerti, incontri, corsi di perfezionamento, per trasmettere anche ai più giovani ciò che Dino Ciani è stato e continua ad essere.

Amadeus

Foto Bandion.it
Il Festival fa convergere nella conca ampezzana alcune delle più brillanti stelle del panorama musicale internazionale.

Corriere delle Alpi

Foto Bandion.it
Questo Festival si rinnova anno dopo anno sotto la direzione artistica di Jeffrey Swann.

Il Giornale della Musica

Foto Bandion.it
Preziosa occasione d’incontro e di scambio tra pianisti di fama internazionale e giovani talenti della tastiera.

Il Giornale della Musica

Uno dei più grandi pianisti degli ultimi decenni, un angelo che si trovava incidentalmente sulla terra e presto tornò nella sua patria celeste.

Paolo Isotta • Corriere della Sera

Il Festival

Arianna, la Bella addormentata e le altre: dal mito a Walt Disney

2 Agosto 2016

Conferenza di Monica Centanni

Cortina d’Ampezzo, Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi
Ore 18.00

Ingresso libero

I miti antichi sono carichi di un’energia vitale che, di epoca in epoca, si riattiva rivelando nuove forme e innescando nuovi significati.
Il mito di Arianna abbandonata riemerge, dopo secoli di oblio, alla fine del XV secolo, e dà vita a una serie di nuove immagini. Nell’arte Arianna riappare nella seducente figura della “Venere dormiente” come inizio di una serie iconografica che arriva fino alla Bella Addormentata, in attesa del risveglio salvifico del suo principe azzurro. In musica la fanciulla del labirinto fa risentire la sua voce nella prima reinvenzione di Claudio Monteverdi su libretto di Ottavio Rinuccini, di cui ci resta soltanto il dolce e intenso Lamento, fino alla riscrittura di Richard Strauss e di Hugo von Hofmannsthal, in cui si legge, in controluce, l’Arianna straziata e dionisiaca dello splendido ditirambo di Friedrich Nietzsche.